Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Logo dello Sla con link al sito
c/o Centro socio-culturale
via Rook n° 11, 56122 Pisa
Home > Articoli e foto > Articolo
29 Gennaio 2017, Cascine di Buti (PI) - 6° marcia del Trofeo 2017
38° MARATONINA DELLE COLLINE CASCINESI
di Maria Luisa Tognelli Non sempre si può fare quello che si desidera, oggi per esempio domenica 29 gennaio, avrei tanto voluto fare la mia camminata domenicale a Cascine di Buti ma, essendo infortunata, niente da fare.... Tuttavia sono senza dubbio una privilegiata perché conoscendo bene tutti i percorsi della Maratonina, di cui nel passato ho goduto proprio la bellezza anche dei percorsi più lunghi, basta che me li faccia raccontare che li ripercorro con gli occhi del cuore che riescono a rendere ancora più sublimi le bellezze della natura, la gioia della conquista di un’ascesa; qui mi fermo perché qualcuno potrebbe pensare che sia esagerata. Torniamo a noi, questa mattina eravamo veramente numerosi, se non vado errata 2700, essendo presenti i tre Trofei, Tre Province, Pisano e Lucchese. Appena arrivata chi incontro? Il Monti che mi rassicura che il percorso non è cambiato, ma.... Iniziamo il cammino lungo la Sarzanese Valdera e, come ogni anno, una lunga teoria multicolore sembra non finire mai. Ad un certo punto si volge a destra per percorrere via Matteotti fino al bivio della 3 e della 6 km; proseguendo non si arriva a Castel di Nocco per la consueta lunga salita, ma attraverso una più piacevole e panoramica salita immersa tra gli olivi per sbucare infine sulla Via di Castel di Nocco. Inizia così la discesa verso Buti dove è posto il primo ristoro e poco dopo troviamo il bivio tra la 10 che volge a destra e la 15 e 20 che proseguono sulla sinistra. Su questi percorsi si è alternata la vegetazione spontanea agli argentei olivi, il vanto di Buti. Belli i panorami e Buti ci è apparsa più volte, come se ci seguisse nel nostro cammino. Volgendo lo sguardo più in alto abbiamo scoperto il Monte Pruno che la sovrasta; con un po’ di nostalgia abbiamo anche ricordato quando con i 30 km. arrivavamo alle alture del Serra. Infine, dopo tanto camminare, scendere e risalire, ci sono apparse le strutture del Cionamarket; poi, arrivando, le bottigliette d’olio, premio di partecipazione ed un gustoso vario ristoro. Qualcosa non è andato come doveva? Non ve lo so dire, gli occhi del cuore non hanno visto.

Foto