Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Logo dello Sla con link al sito
c/o Centro socio-culturale
via Rook n° 11, 56122 Pisa
Home > Articoli e foto > Articolo
27 Gennaio 2013, Cascine 5° marcia del Trofeo
34° MARATONINA DELLE COLLINE CASCINESI
di Maria Luisa Tognelli

Finalmente una giornata all'insegna del bel tempo, una splendida luna piena nel cielo sereno ci ha accolti di primo mattino mentre procedevamo alla volta di Cascine di Buti per la consueta marcia domenicale. Ore 7,03' arrivati alla sede del Cionamarket, punto logistico degli organizzatori della manifestazione: i parcheggi già tutti pieni... no comment, ma penso proprio che prima o dopo dovremo prendere in considerazione l'idea dei "dormitori per podisti".... ! Sono presenti i tre Trofei e quindi un vero e proprio esercito si è mosso all'assalto e corre subito per conquistare il cartellino di iscrizione; c'è una grande animazione ed anche molti nostri amici a quattro zampe sono già in brio come i loro rispettivi padroni pronti a scattare. Poi, come ogni anno, una lunga teoria di podisti si avvia lungo la Stat.439 Sarzanese-Valdera e sembra davvero non avere fine; se potessimo osservarla dall'alto sarebbe veramente uno spettacolo. Dopo circa un chilometro di cammino volgiamo a destra e ha inizio la salita che ci porterà al primo controllo e deviazione, tant'è che ben presto lasceremo i podisti delle brevi distanze. Chi sceglie un percorso dai 12 km, in sù, volge a sinistra attraverso un'ampia e pianeggiante strada di campagna: l'erba dei campi è completamente bianca coperta dalla brina, il freddo è pungente, ma ben presto intraprendendo una salita sulla destra il sole ci accarezzerà con il suo gradito tepore accompagnandoci al primo ristoro dove avverrà la separazione tra la 12 e gli altri tracciati. Con la 12 siamo a Castel di Nocco con la sua antica chiesa di San Michele, un paese di altri tempi, immerso nella quiete del mattino, mentre l'acqua del torrente sembra intonare un dolce concento che suscita nell'animo meravigliose sensazioni. Ben presto siamo a Buti ancora tutta imbandierata per il Palio delle Contrade di domenica scorsa: qui arrivano anche i podisti della 18, qui i contorni delle colline si stagliano netti e distinti e la vegetazione appare quasi "tirata a lustro". Ogni tanto un cartello ci segnala la presenza di un agriturismo (San Bastianio, Seracino e altri ancora) e gli argentei olivi ci accompagnano lungo tutto o quasi il percorso, un percorso di saliscendi più o meno impegnativi. Certo chi ha potuto percorrere la 30 km. avrà faticato ma anche goduto dei panorami ampi ed estesi; comunque tutti i percorsi hanno gratificato i partecipanti con la varietà dei paesaggi, talora avvolti da una leggera nebbiolina che creava un'atmosfera quasi surreale. All'arrivo bottiglietta di buon olio per tutti e soprattutto la piacevole conclusione di una bella mattinata.