Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Logo dello Sla con link al sito
c/o Centro socio-culturale
via Rook n° 11, 56122 Pisa
Home > Articoli e foto > Articolo
7 Febbraio 2016, Pappiana - 7° marcia del Trofeo 2016
38° DAL FIUME SERCHIO AI MONTI PISANI
di Maria Luisa Tognelli

Ormai le previsioni del tempo sono abbastanza precise e noi podisti consultiamo molto spesso il meteo per sapere come sarà la domenica il nostro appuntamento podistico al quale poi, alla fin fine, sappiamo che non mancheremo. Domenica 7 febbraio di turno Pappiana con la 38^ edizione della manifestazione” Dal fiume Serchio ai Monti Pisani” ed il tempo è stato deludente, la pioggia insistente ci ha alquanto infastidito e non ci ha fatto godere delle bellezze della natura che i percorsi avrebbero potuto offrirci. Penso comunque che noi podisti (Tre Province, Pisano e Lucchese) abbiamo risposto in maniera soddisfacente alle attese degli organizzatori con una presenza di circa 1900 marciatori; del resto questa è la nostra “droga”. Così la zona circostante il Circolo si è ben presto animata e chi ama osservare ha di che divertirsi: c’è chi arriva presto, chi si attarda in macchina a sonnecchiare, chi si prepara per partire appena avuto il cartellino, chi scappa anche senza il cartellino perché qualcuno glielo prende, chi va in cerca degli amici, chi parla dei problemi che la vita ci presenta; c’è chi si agita perchè è agitato per natura, chi infine “si fa i fatti suoi”: il nostro mondo è proprio un carosello che gira e gira mostrando mille facce... Ma il momento più bello è quando iniziamo a camminare; stamani i percorsi che hanno visto il maggior numero di partecipanti sono stati quelli delle medie distanze, anche se i percorsi più lunghi, come dico sempre, sono i più gratificanti. Siamo partiti tutti insieme per raggiungere assai presto la sponda del Serchio costeggiandolo fino al bivio dove la 6 km. ha girato a destra per via De Gasperi, mentre gli altri percorsi hanno proseguito a dritto. La 6 è giunta a Rigoli per inoltrarsi in un sentiero talvolta ondulato in mezzo agli olivi fino a raggiungere Villa Corliano dove era posto un ristoro. Dopo la bella Villa ed il suo parco dalle annose piante abbiamo proseguito lungo la ferrovia per giungere ad Orzignano e quindi dopo due chilometri circa alla meta. Molina di Quosa, località interessante per le sue origini romane, è stata la meta dei podisti della 10 km., quindi Villa di Corliano, Orzignano e tratto finale comune a tutti. Chi ha proseguito sul tracciato della 14 è giunto a Colognole insieme a quelli della 19 e successivamente a Pugnano. Solo i più temerari sono saliti poi verso la Strada dei Quattro Venti fino al Monumento ai Caduti e dopo essere scesi lungo la panoramica si sono ricongiunti con gli altri percorsi che in realtà sono stati tutti vari e piacevoli; magari ci fosse stato il sole! Ma quello purtroppo non si può comprare....All’arrivo ancora tanta animazione e come premio di partecipazione una confezione di kiwi, e quindi....tanta vitamina C. Per la cronaca aggiungo che circa 200 atleti hanno partecipato al “Trail” di 27 km.

Foto