Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Logo dello Sla con link al sito
c/o Centro socio-culturale
via Rook n° 11, 56122 Pisa
Home > Articoli e foto > Articolo
30 Aprile 2017, Calci (PI) - 22° marcia del Trofeo 2017
9° IL CUORE SI SCIOGLIE
di Maria Luisa Tognelli

Domenica 30 aprile le "Tre Province" si sono date appuntamento a Calci per la 9° manifestazione "Il Cuore si scioglie". Organizzatori i Soci Coop sez. Cascina-Gruppo Podistico La Verru'a; luogo di ritrovo via del Municipio. Quest'anno non siamo stati dislocati in luoghi diversi per iscrizioni ed altre attività (prima e dopo la partenza, ma è stato tutto concentrato davanti alla sede del Comune ed area circostante, sistemazione molto più comoda, meno dispersiva ed anche piacevole per il verde intorno, quasi un giardino. Siamo partiti transitando a fianco della stupenda pieve dedicata ai S.s. Giovanni ed Ermolao, ricordata già nel 1116, restaurata nel 1617, a tre navate con colonne dai capitelli neocorinzi; di fianco imponente campanile a pianta quadrangolare.... che un tempo fosse una torre difensiva o di avvistamento? Le feritoie per eventuali arcieri e le due finestre a nord e ad est avvalorano questa ipotesi. Proseguiamo, il tempo è abbastanza bello, ma piuttosto freddo, passiamo il ponte e iniziamo un anello che ci porterà poi in direzione della Certosa; deviando sulla destra in via Centofanti giungiamo a Villa Buieri, un tempo locanda per chi intendeva recarsi a visitare la Certosa, ora Agriturismo. Passiamo nel suo interno e osserviamo l'agreste piccolo museo, uscendo nel giardino ci appare vicina la meravigliosa Certosa. Per la marcia di 6 km. siamo al giro di boa per riprendere la via del ritorno avvicinandoci prima, ed allontanandocene poi di nuovo, alla Piazza del Municipio per compiere ancora qualche chilometro tra il verde e l'abitato e finalmente far ritorno alla base. I due percorsi più lunghi, veramente vari piacevoli e gratificanti per i paesaggi ed i panorami, hanno portato a Castel Maggiore, al Conventino e verso il Serra ed ai Tre Colli. E' questa una zona molto ricca di acqua e in proposito ricordo che poco dopo la partenza, usciti dall'iniziale sentiero ombroso ho notato tracce della probabile esistenza di un acquedotto mediceo; a proposito di un passato più recente ricordo di aver notato in via Ruschi, sulla via del ritorno, una targa marmorea che ricorda l'esistenza in loco di una filanda realizzata appunto dal Ruschi nel 1871. Questo per dire come il nostro "pellegrinare" podistico, al di là di essere uno sport salutare, socializzante, economico piacevolissimo, sia anche un grande "libro" nel quale possiamo leggere un'infinità di "notizie". Una marcia, quella di Calci interessante varia ed amena, segnata chilometro per chilometro, ben organizzata ed accompagnata da bel tempo.

Foto