Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Logo dello Sla con link al sito
c/o Centro socio-culturale
via Rook n° 11, 56122 Pisa
Home > Articoli e foto > Articolo
24 Gennaio 2016, Calci - 5° marcia del Trofeo 2016
8° IL CUORE SI SCIOGLIE
di Maria Luisa Tognelli

Domenica 24 gennaio la nostra meta è Calci per l’“8° Il Cuore si scioglie”; dire Calci è come dire Certosa, ma non solo! Ci raduniamo in Via del Municipio, ma in realtà siamo un po’ sparsi, parte all’interno e parte all’esterno e per ritirare i cartellini di iscrizione, specie per chi ha l’addetto del suo Gruppo all’interno del Circolo, c’è difficoltà, anche se non mancano le porte.... è questo un problema da risolvere, per la sicurezza, soprattutto. E’ una giornata bellissima, il cielo è terso, i campi sono brinati, durante la notte il termometro evidentemente è andato sottozero ed i vetri delle auto dei residenti sono completamente ricoperti di ghiaccio. Per noi podisti il clima risulta, tutto sommato, buono e tonificante e mette in brio. Due chiacchiere tra di noi, saluti, commenti, si parla del più e del meno e finalmente si parte. Belli i percorsi attorno a Calci, attraverso una bella ed ariosa campagna bianca per la brina. Quest’anno passiamo per l’interessante Villa Buieri, (vicinissimi alla Certosa dove sui trova il più antico (1591) museo di Europa, primo per la collezione dei cetacei) oggi agriturismo dove è possibile trovare tranquilla e piacevole accoglienza e documentarsi sulla sua interessante storia. Dalla Villa alla Certosa il passo è breve e qui ancora una volta ammiriamo questo luogo eccezionale da ogni punto di vista il cui mistico silenzio viene per un momento interrotto dalla nostra un po’ chiassosa ammirazione. Riprendiamo ancora tutti insieme la strada per Calci e ci sembra quasi di essere all’arrivo, quando una deviazione sulla destra ci allontana portandoci in direzione di Montemagno. Poco dopo arrivano le “vere“ deviazioni, mentre dinanzi a noi si presenta bellissima la vista del Serra: a questo punto la 6 km. volge a sinistra, mentre la 12 e la 18 deviano sulla destra con percorsi piuttosto impegnativi, ma senz’altro più belli e gratificanti. Dopo il Molino del Celandroni i podisti hanno proseguito per Vallebuia dove i due percorsi si congiungevano. I podisti della 18 hanno proseguito per San Bernardo, lolcalità Tre Colli e poi Conventino per scendere poi in scioltezza verso l’arrivo. Quella di Calci è stata una marcia nella quale la monotonia non ha mai avuto spazio in nessun percorso, la sua caratteristica è stata una piacevole varietà. All’arrivo gli organizzatori (Soci Coop e G.P. La Verru’a) ci hanno accolto con il consueto ristoro.

Foto