Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Logo dello Sla con link al sito
c/o Centro socio-culturale
via Rook n° 11, 56122 Pisa
Home > Articoli e foto > Articolo
01 Novembre 2013, Ponsacco - 54° marcia del Trofeo
35° SGAMBATA MOBILIERI
di Maria Luisa Tognelli

Abbiamo iniziato il mese di dicembre con la marcia de "I Mobilieri" a Ponsacco in una domenica non molto rigida se non fosse stato per il vento che, di prima mattina soffiava con forza e dava un po' di fastidio anche a chi come me, che pure abito a Livorno dovrebbe esserci abituato. L'orario di consegna dei cartellini è stato posticipato di 30 minuti nei mesi invernali, una novità da quest'anno, tuttavia vorrei sapere chi dei podisti dorme veramente mezz'ora di più. Alle 7,00 il Circolo, punto logistico della manifestazione, era superaffollato, a stento vi si entrava, a stento se ne usciva: l'aspetto positivo è che si stava al calduccio e che in questi momenti si parla, si socializza, si sta insieme al nostro prossimo. E così poiché da molti anni ci vediamo con regolarità ogni domenica, e talvolta anche il sabato e tutte le feste comandate, nasce quella familiarità che penso sia quasi sempre positiva (a meno che non siamo asociali o misantropi). Siamo partiti percorrendo via Rospicciana per intraprendere poi il sentiero ecologico dei Poggini, luogo ben noto ai locali che lì amano allenarsi o passeggiare in tranquillità; ancora prima la mini era arrivata al giro di boa, mentre gli altri percorsi superati "I Poggini" hanno portato i podisti attraverso una campagna piacevole e varia tra vigneti, uliveti, boschi e curate Aziende Agricole, magari con piscina perché adibite anche a "casa vacanze", come l'Agriturismo San Martino, dal quale come sempre anche quest'anno siamo passati. Arrivati nella zona de "La Capannina" abbiamo notato che la direzione del percorso era invertita. Proseguendo in salita, mentre i panorami si ampliavano siamo giunti a Cevoli, quindi a Lari e successivamente a Casale "Le Torri" e il fondo è stato prevalentemente sterrato e l'asfalto veramente ridotto al minimo, presente infatti più che altro nella parte finale ormai sulla via del ritorno. E' stata una bella marcia attraverso una campagna curata e produttiva. Se mi permettete una nota personale, anche io, che pur dopo una rovinosa caduta sto attraversando un periodo molto negativo, oggi sono tornata a casa più serena: infatti una persona amica con la quale nel passato ho percorso insieme tanti chilometri mi ha ringraziato con queste parole "grazie, Maria Luisa, per avermi insegnato l'amore per la corsa". "Grazie a te, Sandra, per avermelo detto !"