Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Logo dello Sla con link al sito
c/o Centro socio-culturale
via Rook n° 11, 56122 Pisa
Home > Articoli e foto > Articolo
1 Maggio 2018, Montemagno (LU) - 23° marcia del Trofeo 2018
35° SGAMBATA MONTEMAGNO
di Maria Luisa Tognelli

Martedì 1° Maggio, Festa del Lavoro, ed auguriamo che ogni persona possa beneficiare di questo che è un sacrosanto diritto di tutti, noi podisti delle Tre Province ci siamo recati a Montemagno (di Lucca, non di Pisa), anzi per la precisione dovrei dire al Castello di Montemagno nel Comune di Camaiore. A questo borgo si può giungere da più parti, se proveniamo da Camaiore si attraversa la Valle della Freddana che presenta paesaggi suggestivi; da qui passa anche la Via Francigena, tanto che a Montemagno la chiesa, presso la quale partivamo diversi anni fa, era un punto di accoglienza ed aiuto per il pellegrino ed il viandante. Ora ad accogliere noi podisti è l’ampio spazio erboso di Via della Padula, predisposto con tutto l’occorrente per il raduno, le iscrizioni, la premiazione ed il ristoro dellì’arrivo. Da qui si parte in salita attraverso un sentiero abbastanza dissestato al termine del quale sono i bivi dei vari tracciati. A dire il vero qui abbiamo fatto anche una deviazione a piacere sul tracciato della mini percorrendo un buon tratto lungo un bosco oltre il bel borgo di Riceto costituito da graziose villette. Da una parte lo sguardo si poteva estendere fino alla marina, dall’altra alle belle alture dagli ondulati contorni. Pensavamo che gli organizzatori della marcia, sfruttando la bellezza di questa zona, potrebbero usufruirne magari per i tracciati minori al posto dell’altro versante ben più adatto per le lunghe distanze. Queste volgono scendendo infatti verso Panicale per risalire a Gualdo e giungere al 1° ristoro; salendo e scendendo si susseguono i bei panorami sulla piana sottostante e fino al mare. Discesa quindi su Montigiano e poi fino al Pitoro, qui i podisti della 18 km. si sono avviati verso la piacevole strada Panoramica, gli altri scendono sulla destra verso il ristoro per iniziare poco dopo una dura salita, al termine della quale una piacevole discesa ha portato all’arrivo senza però passare dalla piccola piazza con fontana e busto di Giorgio Gaber, il quale amava molto la città, ma probabilmente cercava la quiete, la tranquillità e le bellezze della Natura proprio a Montemagno! Il tempo non certo meraviglioso, ma, come sapevamo dalle previsioni, siamo stati fortunati, perché la pioggia ci ha risparmiati.

Foto