Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Logo dello Sla con link al sito
c/o Centro socio-culturale
via Rook n° 11, 56122 Pisa
Home > Articoli e foto > Articolo
6 Gennaio 2015, Bozzano (LU) - 2° marcia del Trofeo 2015
ATTRAVERSO LE COLLINE PUCCINIANE
A Bozzano con la Befana
di Maria Luisa Tognelli

6 gennaio l'Epifania, come tradizione già da parecchi anni noi podisti delle Tre Province ci siamo dati convegno a Bozzano presso il Centro Civico locale, punto logistico della manifestazione per la quale gli organizzatori, i donatori di sangue "Fratres" locali avevano predisposto per noi quattro tracciati (km.3-5-10-20). Quando percorrevamo la strada di lungomonte era ancora buio pesto, ma ci accompagnava nel nostro cammino una luna tonda che spiccava netta nel cielo e sapete che mi ha fatto venire in mente? Una definizione poco.... poetica di un autore del '600 che la definiva "del padellon del ciel la gran frittata". Ma pensate un po', io la guardavo con occhi ben diversi, come si guarda una vecchia amica che ogni anno mi accompagnava,. quando il tempo era sereno, lungo le strade che dalla Toscana portano in Romagna. Scusate è un po' il vizio di una vecchia insegnante quello di lasciar cader dietro di sé piccole briciole di cultura nella speranza che qualcuno le raccolga.. Lasciando i poeti e la poesia e tornando agli aspetti più semplici della vita, ricordo che abbiamo iniziato il nostro cammino con un giro attorno all'abitato, giro che molti furbacchioni, memori del percorso degli anni precedenti, hanno saltato iniziando subito la lunga e impegnativa salita, con la vista delle ardite arcate autostradali, prima tra gli olivi e poi in zona boschiva. Facendo un calcolo molto sommario possiamo dire che ¾ del percorso era costituito da salite e da precipitose, ripide e talvolta sassose discese. Anche il tratto che portava poi al bivio tra la 5 e la 10 è stato modificato rispetto al passato ed è risultato più faticoso. Proseguendo per la 10 km., il cui tratto finale era comune anche ai podisti della 20, il percorso era costituito da sentieri boschivi e folta macchia mediterranea nella quale occhieggiavano ammiccanti rosse corbezzole; altrove ci accompagnavano vecchi olivi ormai abbandonati ed inselvatichiti; del resto in posizione così precaria che solo i nostri vecchi contadini di un tempo sapevano come curare e raccogliere da essi il prezioso frutto. Noi che viviamo nell'era tecnologica e ne respiriamo l'aria non amiamo più di tanto le fatiche per superare le quali siamo sempre accompagnati dalla "macchina". Una bella mattinata, tepida e soleggiata; bei panorami, piacevoli e selvaggi ambienti ci hanno accompagnato durante tutti i percorsi aiutandoci a superare le faticose salite. All'arrivo calda accoglienza e la tradizionale calza per tutti; speriamo di essercela meritata....purtroppo l'"Epifania tutte le feste se le porta via!"