Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Logo dello Sla con link al sito
c/o Centro socio-culturale
via Rook n° 11, 56122 Pisa
Home > Articoli e foto > Articolo
1 Novembre 2014, Coltano - 55° marcia del Trofeo
1° Passeggiata del "Lago delle Tamerici" - 1° Memorial "FrancoSalvadori"
di Maria Luisa Tognelli

Un modo di dire, o proverbio che dir si voglia, abbastanza disinvolto recita "morto un Papa se ne fa un altro"; io con una certa voglia di impertinenza aggiungo "non si fa una marcia se ne fa un'altra!". E lo dico a tutti coloro che a Livorno, città che nonostante tutto amo, impediscono, ostacolano, calano le brache, lasciano correre, non si impegnano insomma a cambiare una realtà che poco capisco, avvezza a superare con coraggio tutte le difficoltà della vita.. Un esempio concreto, torniamo al podismo: a Livorno non possono convivere le due anime, la competitiva e la non competitiva, è impossibile; qui c'è spazio solo per la competizione che dà lustro ed è per sua natura selettiva e fugace. Voglio però ricordare che prima o poi anche chi emerge dovrà ritirarsi, o più intelligentemente dedicarsi, alle attività non competitive, più salutari, socializzanti e piacevoli..E così a Livorno il podismo non competitivo non ha vita facile; "Livorno Donna" ci ha dato buca per la seconda volta, ma il Trofeo delle Tre Province ha rimediato sostituendo in meno di un mese la marcia sul lungomare di Livorno con una marcia a Coltano denominata " 1^ Passeggiata del Lago delle Tamerici". La manifestazione organizzata dal G.P. Aig4Mori si è svolta sabato 1° novembre, splendida giornata di sole, e poiché non ho mai parlato di questa località ve ne parlo riportandovi quanto da me pubblicato sulla rivista mensile Runners alla quale collaboro. Così se vorrete potrete saperne di più."... La Tenuta di Coltano si trova sulla sinistra dell'Arno e pur facendo parte del Parco Naturale di San Rossore-Migliarino-Massaciuccoli è quella che nell'ultimo secolo ha subito maggiori cambiamenti dal momento che ospita infrastrutture assai varie e piccoli nuclei abitati. Questa zona è anche ricca di "studi" per così dire, e di storia: proprio qui Guglielmo Marconi impiantò la stazione radio con la quale il 19 novembre del 1911 comunicò per la prima volta inviando i suoi saluti a Glace Bay in Nuova Scozia distante 4500 miglia da Coltano. Fu un avvenimento molto importante la cui notizia apparve in modo eclatante sul New York Time il giorno successivo. Del resto se pensiamo alla morfologia di Coltano, notiamo che la zona, situata in una estesa depressione, si presenta quasi come una grande antenna parabolica naturale, particolarmente adatta quindi alle ricerche ed esperimenti di Gugliemo Marconi. Ma Coltano è da ricordare anche perché durante la Seconda Guerra Mondiale, per la sua posizione strategica, divenne un Campo di Concentramento allestito dagli Americani per i prigionieri di guerra; allora la stazione radio di Marconi, messa a tacere, non potè certo raccontare niente, parlarono invece altre voci perché qui si trovarono prigionieri il poeta americano Ezra Pound e personaggi a noi ben noti come Walter Chiari, Enrico Maria Salerno, Raimondo Vianello, Dario Fo ed altri ancora che poterono narrare le loro tristi vicende umane. A Coltano potremo anche ammirare la Villa Medicea, in realtà una piacevole casa di caccia, progettata nel '500 da Bernardo Buontalenti. Certamente Coltano non può competere con San Rossore, è però un luogo che merita di essere conosciuto e quale migliore occasione della marcia del 1° Novembre? La zona del Lago delle Tamerici è veramente incantevole, un angolo di paradiso dove sarebbe meraviglioso vivere...."