Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Accordo Stato-Regioni
091 del 5 agosto 2014 circa gli eventi sportivi
Per prendere contatti con un gruppo DEU per il servizio di soccorso sanitario, gli organizzatori possono rivolgersi al numero 347/6080273 valendosi di medici abilitati alla rianimazione ed all'uso del defibrillatore a costi calmierati
Convenzione con l'AOUP
per la certificazione agonistica e non
Home > La rubrica di Maria Luisa

In solitudine ancora ma virtualmente uniti con le Tre Province

Cari podisti eccoci di nuovo a tenervi compagnia con il nostro appuntamento che, se sarà possibile, anche con il vostro contributo potrebbe diventare, se non settimanale, senz’altro frequente o quasi. Il momento più critico è superato, cerchiamo di dimenticare almeno un po’ quell’otto marzo, quando piombammo quasi all’improvviso nella pandemia con tutte le traumatiche e tristi conseguenze. Ora siamo entrati nella fase 2 ed è momento di riprendere, di ricominciare a muoverci, ovviamente senza abbassare la guardia e senza dimenticare che il nostro sarà un muoversi in solitudine; non ci sono dubbi che ci mancheranno i nostri compagni di cammino, i loro chiassosi saluti, le conversazioni, le battute dei più spiritosi. Noi tutti Consiglieri CIMS, con il Presidente proviamo una grande nostalgia per le marce delle nostre Tre Province, ci mancano e ci mancate voi amici podisti, anche se siamo speranzosi che al più presto si possa riprendere la normalità, o comunque qualcosa che ci riporti alla possibilità di socializzare di incontrarci, camminare insieme, di raccontarci, magari senza mascherine né guanti paura, ma soprattutto senza paura di contagi. Intanto accontentiamoci di riprendere il nostro cammino, ci terranno compagnia i ricordi, mentre la solitudine ci permetterà di vedere ed apprezzare meglio quello che talvolta forse non abbiamo visto né notato, gratificando così Madre Natura che tanto ci dà rasserenandoci. Domenica 3 maggio, ad esempio, il nostro Consigliere Fabrizio Giorgetti ci ha raccontato la sua passeggiata in solitario intrapresa con l’intento di trascorrere poco più di un’ora all’aria aperta godendo finalmente della desiderata libertà; si è recato per l’appunto sul percorso della marcia denominata Sgambata Chiesanovese, organizzata dal suo amico Bertelli. Per ricordarvela, cari amici, il suo tracciato ci ha fatto conoscere l’Interferometro VIRGO e l’importanza delle onde gravitazionali, richiamando alla nostra memoria Einstein e non solo; un percorso in realtà in mezzo alla verde campagna che il nostro amico ha gustato pensando e temendo che passerà molto tempo prima che si possa correre in gruppo. Tornando a casa, magia della memoria, si è ricordato che circa 60 anni prima proprio su quelle viottole erbose aveva imparato ad andare in bici senza rotine ,poi la meravigliosa vista di quel Pino solitario e del cartello che lo evidenziava. Ed intanto il nostro protagonista rinfrancato e corroborato dalla natura e dal piacere del procedere già pensava alla prossima avventura: la Rocca della Verruca.
Così cari amici, se vi farà piacere potrete partecipare anche voi, raccontando le vostre camminate di ora, oppure i ricordi di qualche marcia rimasta impressa nella memoria per la sua bellezza e che vorreste ripercorrere ancora; oppure i vostri pensieri, le vostre riflessioni. Potremmo riportarle sul nostro sito, offrirle a tutti gli amici marciatori e condividerle; un modo per incontrarci, sentirci vicini.