Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Accordo Stato-Regioni
091 del 5 agosto 2014 circa gli eventi sportivi
Per prendere contatti con un gruppo DEU per il servizio di soccorso sanitario, gli organizzatori possono rivolgersi al numero 347/6080273 valendosi di medici abilitati alla rianimazione ed all'uso del defibrillatore a costi calmierati
Convenzione con l'AOUP
per la certificazione agonistica e non
Home > La rubrica di Maria Luisa

Buongiorno a tutti i miei amici podisti.
Buona giornata a tutti, proprio tutti, a coloro che conosco bene, a coloro che conosco appena, a coloro che incontrato una volta sola e a tutti coloro che come me hanno la sana passione della corsa a piedi, anche se mai ci siamo visti.
Purtroppo questo virus ci ha privato di tante cose che eravamo abituati a avere.

C'eravamo abituati a pensare che queste cose ci erano dovute; nessuno poteva toccarcele. Invece è bastato un virus, arrivato da chissà dove, che ci ha sconvolto l'esistenza.
Ognuno di noi ha perso qualcosa, fosse anche soltanto le nostre sanissime abitudini relative alle nostre intoccabili marce. Anche zoppiconi si partiva.
Abituati a correre più di 20 km, ci si accontentava di farne 2 soltanto, quando qualche acciacco ci "acchiappava". L'importante era esserci. <<<<<<<<<< "Fermi tutti".
Forse ha anche invitato ogni abitante della terra a riflettere sulla propria vita.
Comunque...... Il motto è: "Sport è salute".
Quindi io sono fra quelli che dice di cercare un modo giusto, e ripartire.
E' chiaro che dobbiamo avere il permesso dai nostri governanti, dalle autorità competenti.
Noi podisti possiamo dimostrare al mondo che possiamo ricominciare a fare le nostre marce rispettando appropriati protocolli per evitare contagi.
Noi podisti siamo persone responsabili e rispettosi degli altri, per cui quando le nostre marce ripartiranno, ognuno di noi farà tutto quanto gli è possibile per non danneggiare gli altri.
Intanto partiamo con le non competitive, dove eliminare assembramenti è più facile.
Non carichiamo di responsabilità chicchesia. E' già difficile e faticoso organizzare una marcia; se poi vogliamo far ricadere su di lui, o su di loro i nostri sbagli, mi sembra francamente troppo.

Un affettuoso saluto a tutti i podisti e non, che leggono questi miei pensieri.
Antonio Mercugliano