Comitato Interprovinciale Marce Sportive (C.I.M.S.)

 
Logo dello Sla con link al sito
c/o Centro socio-culturale
via Rook n° 11, 56122 Pisa
Home > Articoli e foto > Articolo
Filmato Media Player
Visualizza un filmato in formato .mpeg Visualizza un filmato in formato .mpeg
Visualizza con YouTube
Visualizza un filmato di youtube Visualizza un filmato di youtube
Lettera alla redazione
di Stefano Mariancini

Come l'anno scorso ho criticato, stasera voglio fare i miei complimenti agli organizzatori della marcia di stamattina a Collesalvetti, che direi riuscita in modo perfetto in tutte le sue componenti: percorso, chilometraggi, ristori ed assistenza. Mi compiacio anche che a volte le critiche, se costruttive, possono migliorare lo stato delle cose. Buon anno a tutti voi e...in marcia!! Stefano

La "XII passeggiata tra le colline colligiane"
di Maria Luisa Tognelli

E' ancora buio pesto quando arriviamo al Campo Sportivo di via Picchi di Collesalvetti per la "XII Passeggiata tra le Colline Colligiane". Il termometro segna 2° sopra zero, ma per fortuna non c'è vento per cui i rigori invernali si sopportano meglio. Siamo abbastanza numerosi poiché sono presenti i tre Trofei, Tre Province, Lucchese e Pisano.
L'atmosfera è quella gioiosa delle feste, infatti è tutto uno scambiarsi di auguri con un po' di malinconia per l'anno che sta per finire, ma con la speranza, che si rinnova ogni anno, come nel dialogo leopardiano del venditore di almanacchi, che l'anno che verrà sia migliore di quello passato.
Dopo aver scelto il percorso desiderato tra 3-6-12-20, prendiamo per Via di Cerretello per entrare poco dopo nel parco di Villa Celesia-Lavelli; e non possiamo a questo punto non ricordare quella che fu la signora del simbolismo toscano e cioè Carla Celesia di Vegliasco che proprio qui nei salotti di questa villa ospitò importanti personaggi del tempo.
Il nostro girovagare podistico ci offre sempre, anche nei luoghi più impensati, la possibilità di arricchire le nostre conoscenze.
Usciti dal parco in località Poggio a Pallone ci immettiamo sulla Strada delle Colline di Lari e qui la 6 volge a destra e dopo una sosta ristoratrice a La Crocina completa il suo cerchio rientrando a La Vallicella e quindi a Collesalvetti.
La 12 e la 20 proseguono invece sulla sinistra in direzione di Fauglia, dapprima per breve tratto su strada sterrata parallela alla principale, poi direttamente su questa fino alla confluenza con via Pantane dove troviamo un ristoro.
Poco dopo la 12 volge a destra per via Fornacelle, la 20 prosegue per arrivare in vicinanza di Acciaiolo. Affrontiamo a questo punto una blanda salita tra gli olivi e, se spaziamo con la vista, in lontananza scorgiamo Torretta e Castell'Anselmo.
Passo dopo passo arriviamo a I Poggetti. Il continuo saliscendi diviene ora abbastanza faticoso, fa ancora molto freddo e sullo sfondo le montagne appaiono abbondantemente innevate. Osserviamo qua e là qualche rustico casolare ed un bel maneggio, proseguiamo per via Poggetti e talvolta ci troviamo in aperta campagna, talvolta in mezzo a folti ma scheletriti boschi. Giungiamo nuovamente a Poggio a Pallone per sfociare in zona Vallicella ed eccoci arrivati nel centro di Collesalvetti per far ritorno al Campo Sportivo.
Mentre ci rifocilliamo, un debole solicello sembra accarezzarci per augurarci Buon Anno!

Tra colli, lungo i confini del livornese e pisano...
di Claudio Cecchella

Rientro in tutta la sua coralità dei tre trofei a Collesalvetti... e si respira subito l'aria dei grandi raduni non competitivi, baciati da una organizzazione impeccabile, cui va il merito allo strorico gruppo podistico livornese.
Degno di nota il penultimo ristoro, sulle pendici del bosco prospiciente il paese, dove le Signore addette, con la "S" maiuscolo, impartiscono dolcetti casalinghi ai pellegrini, dono estremamente godibile dopo le fatiche della lunga. Ma ove Arturo e Michele allungano, facendomi penare nella ricucitura.
Bella accoglienza anche in palestra, dove sui gradoni si improvvisano i microraduni delle cellule della comunità e qui incontro subito Dante Giuntini, presidente del Trofeo lucchese, che abbraccio dopo i gentili complimenti, nell'auspicio di una stagione di coordinamento dei trofei tra di loro.
Il tempo di compilare la lista e fare adunata delle truppe, impreziosite oggi dalla presenza di due ambiasciatori in terra asburgica, Gelli e Colosio, cui si unisco altri due ambasciatori navigati: Arturo in terra di Verru'a e Jerì in terra labronica, di cui si è già narrato. E' un piacevole rincorrersi sui colli livornesi, spesso sconfinando nel pisano, tanto per non smentire la nostra identità nazionale...
Lungo i stradelli sterrati, oltre agli sfottò che riceviamo e volentieri offriamo, godiamo le campagne di Fauglia e poi i colli che ci dividono dalla città labronica, riconoscendo bene Torretta Vecchia sulla pendice del monte dove si svolge altra straordinaria marcia estiva.
Il rientro lungo la carrabile che attraversa il paese, con i vecchi ai caffé a gustarsi un "ponche" ristoratore insieme alle parole che si prende questo freddo vento di tramontano, con toni prepotenti proprio in arrivo.

Foto

Tutte le Foto di Mario Pardella